Google rivela: i problemi di YouTube e i blocca-pubblicità che nessuno si aspettava!

Google rivela: i problemi di YouTube e i blocca-pubblicità che nessuno si aspettava!
YouTube

Google ha recentemente ammesso che YouTube, il gigante dei video online, sta facendo di tutto per contrastare l’uso dei blocca-pubblicità, ma purtroppo questo sta causando esperienze di visualizzazione subottimali per gli utenti. Ma di cosa si tratta esattamente? Beh, sembra che i telespettatori debbano aspettare ben cinque secondi prima che un video di YouTube si carichi. Un’eternità nel mondo digitale!

Ma non finisce qui, cari amici. Questo problema sembra verificarsi soprattutto quando si utilizzano browser come Firefox o Edge, lasciando Chrome come l’unico eroe indomito capace di evitare queste attese snervanti. Gli utenti hanno condiviso su Reddit e altri forum online varie registrazioni di schermo che mostrano come i loro schermi diventino vuoti per un breve periodo quando cliccano su un video di YouTube, prima che la pagina si carichi. Ma, tenetevi forte, quando passano a Chrome, questo periodo di attesa sembra svanire nel nulla! Siti autorevoli come Android Authority e 404media, che hanno riportato le lamentazioni degli utenti, proprio non sono riusciti a replicare il fenomeno. Che stranezze!

Ma cerchiamo di fare chiarezza su questa faccenda. Pare che YouTube abbia implementato un meccanismo anti-blocca-pubblicità che sta causando questi ritardi. Ma cosa c’è esattamente sotto il cofano? Sembra che alcuni utenti di YCombinator e Reddit abbiano trovato un frammento di codice che sembra essere la causa di tutto il trambusto, anche se non è chiaro del tutto la sua funzione. In una dichiarazione rilasciata a Android Authority, Google ha ammesso di aver messo in atto un piano per incoraggiare gli spettatori a disinstallare i loro adblocker. Insomma, chi ha installato un blocca-pubblicità potrebbe sperimentare una visione subottimale, indipendentemente dal browser che decide di utilizzare. Un modo, forse un po’ malizioso, per spingere gli utenti verso la pubblicità.

Ma a cosa mira YouTube? Ora vi svelo il loro piano diabolico. All’inizio di quest’anno, hanno iniziato a contrastare con maggior fermezza i blocca-pubblicità, e questo mese hanno addirittura impedito agli spettatori di tutto il mondo di guardare i video, a meno che non disattivino i loro maledetti adblocker! Ma perché? Semplice, vogliono convincere chiunque non sopporti la pubblicità di abbonarsi al loro servizio YouTube Premium, al modico prezzo di 14 dollari al mese. Ebbene sì, sembra che questa mossa abbia portato a un aumento delle disinstallazioni dei blocca-pubblicità, ma ancora non sappiamo se gli abbonamenti a YouTube Premium siano aumentati di conseguenza. Un vero mistero!

Ma non tutti sono felici di questo approccio di YouTube. Alcuni utenti e addetti ai lavori sono frustrati da questa tattica che sembra penalizzare chi utilizza i blocca-pubblicità. Sorge un interrogativo interessante: qual è l’equilibrio tra la necessità di YouTube di fare soldi con la pubblicità e il diritto degli utenti ad avere un’esperienza fluida e senza interruzioni? Un argomento che fa riflettere.

E ora prendiamo in considerazione un altro aspetto intrigante di questa storia: sembra che Google, la stessa azienda proprietaria di YouTube, favorisca l’uso del suo browser, Chrome, in cui i ritardi sembrano essere minimi o addirittura inesistenti.