Se sei un giocatore, sai già che le prestazioni della tua GPU e della tua CPU sono importanti quando cerchi di ottenere un frame rate giocabile fluido. La tua GPU è il cavallo di battaglia, ma non vuoi che sia trattenuta da una CPU che fa il collo di bottiglia, vero?

Le prestazioni della CPU di solito si deteriorano quando raggiunge un limite di potenza o un limite termico. Anche quando nessuno dei due casi è il caso, è probabile che tu possa liberare le risorse della CPU chiudendo le applicazioni che non sono attualmente in uso.

Inoltre, a volte, anche quando il frame rate medio va bene, otterrai micro balbuzie che indicano frame rate bassi dell’1% e dello 0,1%. Sebbene non sia un problema quando si utilizza la macchina per la produttività, questi possono rovinare l’esperienza di gioco, specialmente quando si gioca a un gioco sparatutto in prima persona ultraveloce.

Ci sono alcune cose che puoi fare per assicurarti che la tua CPU sia ben ottimizzata per i giochi. Continua a leggere per scoprirlo.

Perché la tua CPU potrebbe non essere effettivamente ottimizzata per i giochi?

Il tuo PC è una macchina per uso generale che gestisce molte attività diverse, e non solo i giochi. Il produttore non avrà idea del tuo caso d’uso specifico e tu sei l’unico che può modificare le impostazioni per la tua soddisfazione.

  • La CPU potrebbe non essere ottimizzata per l’erogazione di potenza.
  • La CPU potrebbe raggiungere il limite di limitazione termica.
  • I thread della CPU potrebbero essere sprecati in programmi e processi non necessari.
  • Alcune funzioni della CPU potrebbero essere indesiderabili durante il gioco.

Come ottimizzare la CPU per i giochi?

Di seguito abbiamo delineato una varietà di diverse strategie di ottimizzazione della CPU. Puoi provarne alcuni o tutti e vedere se migliora le tue prestazioni di gioco.

Attiva la modalità di gioco

Windows ha una modalità di gioco in Impostazioni che ottimizza le prestazioni del PC per i giochi. Per abilitarlo:

  1. Premi Win + I per avviare Impostazioni.
  2. Selezionare Gioco e clicca su Modalità di gioco.
  3. Attiva il dispositivo di scorrimento Modalità di gioco A Su.
    ImpostazioniGiocagameGameMode

Modifica del profilo di alimentazione per prestazioni ottimizzate

Le prestazioni della CPU e la potenza erogata alla CPU hanno una correlazione diretta. Maggiore è la potenza della CPU, migliori sono le sue prestazioni. Semplice. Pertanto, una delle azioni più semplici che è possibile eseguire è controllare su quale profilo di alimentazione è impostato il dispositivo e modificarlo nel profilo di prestazioni massime.

  1. Premi Win + R e digita cmd. Premi Ctrl + Maiusc + Invio. Questo lancerà l’eprompt dei comandi controllato.
  2. Digita: powercfg -duplicatescheme e9a42b02-d5df-448d-aa00-03f14749eb61 e premere invio. Ciò consentirà il Schema di potenza ad alte prestazioni.PowerSchemeUltimatePerformance
  3. Premi Win + R e digita nel pannello di controllo per avviare il Pannello di controllo.
  4. Passare a Hardware e suono > Opzioni risparmio energia.
  5. Clicca su Scegliere una combinazione per il risparmio di energia.
  6. Espandi Mostra piani aggiuntivi e scegli Massime prestazioni.
Nota: Assicurati che la tua CPU abbia un raffreddamento adeguato. Se la CPU sta limitando termicamente dopo aver impostato la combinazione di risparmio energia su Ultimate Performance, reimpostarla su Bilanciato.

Disabilita l’avvio di programmi non necessari

Alcuni programmi si impostano per l’esecuzione all’avvio dopo l’installazione e molti utenti non saranno a conoscenza di questo fatto. Che siano necessari o meno, finiranno per consumare risorse, inclusi i thread della CPU, che potrebbero essere dannosi per l’utilizzo della CPU durante il gioco. Pertanto, è possibile identificare i programmi che non sono necessari all’avvio e disabilitarli.

  1. Premi Ctrl + Maiusc + Esc per avviare Gestione attività.
  2. Passare alla scheda Avvio.
  3. Cercare eventuali programmi non necessari impostati su Abilitato, fare clic con il pulsante destro del mouse su di essi e selezionare Disabilitare.TaskManagerStartupDisable

Chiudi le app in background del browser

Le app in background che sono state richiamate dal browser ma continuano a funzionare anche dopo aver chiuso il browser, ovviamente, consumano risorse di sistema. Puoi chiuderli, e non competeranno più per le tue preziose risorse della CPU durante il gioco.

Per i browser basati su chromium, incluso Google Chrome:

  1. Lanciare Impostazioni e trova Sistema Impostazioni. La posizione di questa opzione potrebbe variare in base al sapore del browser chromium.
  2. Troverai un’opzione che dice “Continua a eseguire app in background alla chiusura del browser.” Impostalo su Spento.
    ContinuaRunningBackgroundAppsBrowserChiuso

Registro Tweak

Nota: Ricordarsi di eseguire il backup del Registro di sistema prima di tentare di modificarlo.

È possibile modificare alcune impostazioni nel registro per ottimizzare la CPU per le prestazioni di gioco. Ecco le impostazioni che devi modificare:

  1. Premere Win + R e digitare regedit per avviare il Editor del Registro di sistema.
  2. Passare a: Computer\HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Multimedia\SystemProfile
  3. Fare doppio clic sul dword SistemaRisposta di risposta e modificare i dati del valore in 1.RegeditSystemResponsiveness
  4. Quindi, vai al Attività > Giochi in SystemProfile e modificare i dati del valore di Priorità dword a 6.
    RegeditPriority
  5. Analogamente, modificare i dati del valore di Pianificazione Categoria e Priorità SFIO A Alto.RegeditSchedulingCategory

Riavviare il computer.

Modifica delle impostazioni del timer degli eventi ad alta precisione

L’High Precision Event Timer (HPET) è un timer hardware utilizzato nei PC che produce interrupt periodici e viene utilizzato per sincronizzare le riproduzioni multimediali. HPET è un contatore in continuo funzionamento. Confronta il valore effettivo del timer con il valore del timer programmato in uguaglianza anziché maggiore o inferiore a. Pertanto, se un interrupt previsto viene perso, un altro viene impostato nel punto di overflow. In presenza di interrupt non mascherabili, può anche impostare una race condition indesiderata.

Modifica di HPET da Gestione periferiche:

  1. Premi Win + R e digita devmgmt.msc.
  2. Espandere Dispositivi di sistema e seleziona Timer eventi ad alta precisione.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Timer eventi ad alta precisione e dal menu di scelta rapida, è possibile Abilitare o disabilitare esso.DeviceManagerHighPrecisionEventTimer

Modifica di HPET dal prompt dei comandi con privilegi elevati:

  1. Premere Win + R e digitare cmd. Premere Ctrl + Maiusc + Invio per avviare il prompt dei comandi con privilegi elevati.
  2. Digita: bcdedit /set useplatformclock true e premere INVIO per abilitare HPET
  3. Digita: bcdedit /deletevalue useplatformclock e premere INVIO per disabilitare HPET

Modificare l’HPET può essere utile per attività in tempo reale come i giochi. Controlla le tue prestazioni di gioco con HPET abilitato o disabilitato e segui l’impostazione che funziona meglio.

Disabilita tick dinamico (latenza DPC)

Il segno di spunta dinamico è una funzionalità che consente a Windows di arrestare il timer di sistema quando non accade nulla per risparmiare energia. Questa funzione è utile per i sistemi portatili in esecuzione su una batteria, ma può essere un problema per i desktop, soprattutto perché la modalità tickless è nota per causare strani problemi su alcuni sistemi; soprattutto quando si gioca o si è impegnati in altre attività relative ai media. Per disabilitare il segno di spunta dinamico:

  1. Premere Win + R e digitare cmd. Premere Ctrl + Maiusc + Invio per avviare il prompt dei comandi con privilegi elevati.
  2. Digita: bcdedit /set disabledynamictick yes e premere invio.
  3. Riavviare il computer.

Se si desidera annullare le modifiche, avviare il prompt dei comandi con privilegi elevati e digitare: bcdedit /set disabledynamictick no, premere INVIO e riavviare il computer.

Sottovoluzione della CPU

Nota:Si consiglia di creare un punto di ripristino del sistema prima di tentare di eseguire il sottorivoluzione la CPU.

Undervolting significa ridurre la tensione fornita alla CPU. Ciò renderà la CPU più lenta, ma poiché la CPU funziona più lentamente, può funzionare più a lungo senza limitare termicamente. Pensa a questo come sprint vs maratona. Inizialmente, un velocista può essere molto più veloce, ma per un lungo periodo di tempo, il maratoneta vince grazie al ritmo costante. Questa è l’idea che stiamo cercando quando sottovolgiamo i nostri componenti.

Alcuni sistemi, in particolare quelli premium incentrati sul gioco e sulle prestazioni, consentono di sottoscrivere il BIOS. Prova ad accedere al BIOS per vedere se questa funzione è supportata dalla tua scheda madre. Se vedi qualcosa come “Tensione CPU” o “Offset tensione Vcore CPU”, la tua scheda madre supporta il sottorivolto.

La tensione della CPU si riferisce alla tensione fornita alla CPU. Se si aumenta la tensione della CPU, ciò aumenterà la velocità di clock della CPU, ovvero l’overclocking della CPU. Se si diminuisce la tensione della CPU, ciò diminuirà la velocità di clock della CPU. Ciò consente alla CPU di funzionare più freddamente e di colpire la limitazione termica molto più tardi.

L’offset di tensione della CPU si riferisce alla tensione di offset per la CPU. Ciò è utile per eseguire l’override delle impostazioni di tensione automatica della scheda madre. La scheda madre selezionerà automaticamente la tensione della CPU in base alla frequenza corrente della CPU, ma se i test mostrano che la stessa frequenza è stabile a una tensione inferiore, è possibile utilizzarla. Ad esempio, un utente ha scoperto che la scheda madre forniva 1,49 V alla CPU con clock a 4,8 GHz, ma era ancora stabile intorno a 1,38 V. Pertanto, potrebbero utilizzare un offset di -0,11 V.

CPU Overclocking

L’overclocking è il processo di aumento della frequenza della CPU. Al contrario di undervolting, quando si overclocca la CPU, si riscalda e raggiunge rapidamente il punto di limitazione termica. Pertanto, dovresti avere una buona soluzione di raffreddamento prima di tentare di overcloccare la CPU. Si consiglia un involucro con molte prese e uscite e un robusto dispositivo di raffreddamento della CPU, preferibilmente uno con raffreddamento ad acqua – un AIO o un loop personalizzato.

Ora ti starai chiedendo, undervolting e overclocking sembrano essere due azioni polari opposte. Come può essere che entrambi aumenteranno le prestazioni della CPU? Bene, mentre tecnicamente l’aumento della tensione della CPU è ciò che porta all’overclocking, di solito la scheda madre seleziona automaticamente una tensione per una determinata frequenza di clock della CPU. È stata un’esperienza di molti utenti che è possibile ottenere la stessa frequenza di clock stabile a una tensione inferiore a quella che la scheda madre seleziona automaticamente.

Quindi, puoi overcloccare e sottoscrivere una CPU allo stesso tempo!

Sii consapevole, sia l’overclocking che l’undervolting sono azioni che invitano intrinsecamente all’instabilità nel sistema e ci vuole molta pazienza e hit-and-trial per trovare il punto di equilibrio in cui il sistema è stabile e sei soddisfatto delle prestazioni. Avremo presto un articolo dettagliato sia sull’undervolting che sull’overclocking, spero che ti piaccia!

Pulizia della vecchia pasta termica e riapplicazione

Una pasta termica è molto critica per il funzionamento della CPU perché trasporta il calore tra l’Integrated Heat Spreader (IHS) nella CPU e il dispositivo di raffreddamento della CPU. Pensalo come un ponte che consente al tuo veicolo di attraversare da una parte all’altra. Solo, in questo caso, il calore è il veicolo e senza una pasta termica correttamente funzionante, sarà bloccato sul lato CPU dell’equazione.

In alcuni casi, se la CPU ha più di quattro o cinque anni, potresti colpire la limitazione termica perché la pasta termica della CPU si è asciugata. In questi casi, sarà necessario pulire la pasta termica dalla CPU e riapplicare.

Nota: Si prega di mettere a terra prima di esporre i componenti interni del computer per evitare incidenti causati dall’elettricità statica. Utilizzare un braccialetto antistatico, se disponibile.